La cultura del fare e la condivisione del sapere sono tra gli obiettivi strategici di MZ Costruzioni. Nel quadro di tali attività, l’azienda ha ospitato la visita di una nutrita delegazione di studenti della Facoltà di Ingegneria dell’Università degli Studi Federico II di Napoli.

Gli studenti, guidati dal professore Antonio Formisano, tutti iscritti al suo corso di Tecnica delle Costruzioni nell’ambito del corso di Laurea in Ingegneria-Edile Architettura, hanno potuto conoscere tutte le fasi dei processi di ingegnerizzazione e realizzazione delle opere in acciaio lavorate da MZ Costruzioni.

L’ufficio tecnico e l’ufficio qualità dell’azienda, in particolare, hanno illustrato i processi che conducono alla realizzazione di un’opera, partendo dagli avanprogetti pervenuti dai clienti o oggetto di un confronto tra essi e l’azienda, da cui nasce la configurazione di una struttura.

Gli avanprogetti sono poi seguiti dal calcolo strutturale, per il quale l’ingegnere Federica Angiello ha illustrato i vari modelli utilizzati e le relazioni che ne derivano, chiarendo anche le diverse peculiarità delle strutture in carpenteria metallica.

Ancora, il geometra Nicola Mozzillo, ha fornito agli studenti le informazioni sulla descrizione tecnica delle fasi di modellazione delle strutture, fondata su un attento rilievo in cantiere delle opere esistenti. Un’accurata modellazione – hanno potuto verificare gli studenti, mettendo a confronto anche i programmi utilizzati in azienda – permette di semplificare sia la fase di produzione che quella di montaggio.

Di seguito, l’ingegner Francesco D’Amico ha illustrato il ruolo dell’ufficio qualità in tutte le fasi dell’opera, approfondendo anche l’importante differenza tra le costruzioni latero cementizie e quelle in carpenteria metallica, nonché i diversi tipi di controllo che intervengono su ogni settore della filiera.

La visita degli studenti è poi continuata nei vari settori di produzione della MZ Costruzioni, dal reparto del taglio delle lamiere a quello della saldatura automatica, ciascuno regolato da diverse applicazioni delle nuove tecnologie.

“La formazione tecnico-pratica degli studenti – ha così commentato la visita il professore Formisano – rappresenta il principale obiettivo del lavoro di noi docenti. Per gli studenti del mio corso la formazione è raggiunta coniugando la trattazione teorica dei principi e delle leggi che regolano il comportamento strutturale con la pratica applicativa nel settore delle costruzioni civili. In questa ottica si inquadra questa visita tecnica presso la MZ Costruzioni, organizzata con il fondamentale supporto di Antonio Zito e dell’ingegnere Federica Angiello e con la collaborazione dell’associazione studentesca Apotema”.

“L’incontro – prosegue il professore Formisano – ha rappresentato un momento formativo di grande importanza per gli studenti che, dopo le lezioni teoriche in aula, hanno potuto osservare da vicino tutti gli step necessari alla realizzazione delle opere in carpenteria metallica, dal progetto strutturale alla sua ingegnerizzazione, dal controllo della qualità fino alla pratica esecuzione. I tecnici dell’azienda MZ Costruzioni hanno saputo sapientemente illustrare ai miei allievi tutte le predette fasi progettuali e realizzative, focalizzando l’attenzione sui materiali impiegati, sulle membrature, sui collegamenti e sulle tecniche di assemblaggio dei componenti strutturali per dar luogo all’opera finita. La visita tecnica effettuata rappresenta, pertanto, la fondamentale conclusione del percorso formativo degli studenti. Essi, che costituiscono la futura generazione dei professionisti nei settori dell’Ingegneria e dell’Architettura, faranno sicuramente tesoro delle pratiche realizzative di officina e di cantiere della MZ Costruzioni per il corretto svolgimento della loro attività professionale”.